accedi   |   crea nuovo account

Se comincio ad amare

Se comincio ad amare,
sono come una casa dispersa
tra le colline del mondo,
sono polvere e cenere
che al vento si perde,
acqua della foce
che al mare si concede,
sono sole d'estate che scalda le pietre.
Se comincio ad amare,
sono il vuoto nel mezzo di un temporale
sulle onde del mare,
il fulmine che squarcia il cielo
che alla terra si unisce,
il lampo che illumina a giorno
le notti di nubi,
sono luna d'inverno che piena si fa.
Se comincio ad amare,
inizio a vivere, sognare,
e nell'attimo fuggente
di questo temporale d'emozioni
mi lascio andare.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • gianni castagneri il 28/01/2014 06:13
    metafore azzeccatissime e non forzate... bellissima, da musicare!
  • Alèd il 16/05/2013 10:52
    Iniziare ad amare, una metamorfosi genetica... piaciuta molto
  • Anonimo il 09/05/2013 18:35
    intensa e bella lirica pregna d'amore... in metafore molto belle bravo
  • loretta margherita citarei il 29/03/2011 21:54
    piaciuta
  • Pietro Chiabra il 29/03/2011 19:51
    e allora inizia ad amare non temere la notte, non temere la pioggia
    ama e poi diventa fonte.
    se mi permetti un solo appunto quella ripetizione verso l'epilogo "comincio" lì non mi piace perchè non lo usi come rafforzativo, o almeno questo è il mio pensiero.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0