PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mi manchi

il vento, raffreddava la mia pelle in notte con finestra socchiusa
il rumore delle mascelle che accostavano i denti
te lontana non riscaldavi il mio sogno

invano le mie mani i piedi trovavano te
solo un misero guanciale pronunciava la sagoma

ma in lui vedevo i tui lunghi capelli
i tuoi occhi celesti
la tua bocca sritta

ma il rumore del tuo cuore non cera
ed io impaurito
battevo i denti

imitando quel suono
federa bianca inumidita dalla mia saliva
mi sveglio
no
fammi dormire.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0