username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tristezze

Di inutili parole s'empie la mia mente
di giorno e di notte all'erta come sempre,
e un pungolo stuzzica l'anima mia
destando la rabbia, unica amica mia.

Di soppiatto arriva e mi lascia in viso un rosso colore
piena e confusa la mente mia la prende e la usa per lenire
il dolore immenso e la sfiducia infinita
che l'umanità mi da senza nessuna fatica.

D'alberi sradicati e rovine fumanti
è fatta la mia giornata d'ora in avanti,
di vecchie ferite e nuove schermaglie
sempre imminenti e dure come dolorose battaglie.

Togli amor mio la pena dal mio cuore
prendi la rabbia e portala altrove
fammi sentire che son vivo e non morente
tristi pensieri affollano la mia mente.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • laura cuppone il 30/04/2007 16:32
    c'è qualcosa, dentro di te, che domina la rabbia... se vuoi... qualcuno può darti l'affetto e la speranza... ma devi essere tu predisposto ad accoglierla... in ogni caso, ogni tanto, bisogna fare i conti con se stessi e la rabbia può essere una buona amica...
    gradevole e ben scritta... ciao L
  • marco terrabruciata il 30/04/2007 01:02
    Come sempre traspare ciò che hai nel cuore, voglio dire che è una poesia bellissima ed intensa però spero che la prossima canti la gioia.
  • Riccardo Brumana il 26/04/2007 12:17
    ben costruita, mi piace il testo, come una bomba a cui è partito il conto alla rovescia e che solo l'amore potrà disinnescare... a rileggerci.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0