accedi   |   crea nuovo account

I fuochi di Praga

Mentre
invadevi la città

il mio compagno
bruciava

io
giovane Amore
indossavo una gonna corta
per donarti nostalgia di casa

quel giorno
le nostre strade persero il loro nome

il loro volto umano

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Bruno Briasco il 31/03/2011 18:27
    Evocativa, suggestiva e bella composizione. Bravo Vincenzo.
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2011 17:37
    Una primavera arida, inutile sacrificio, e lo dico io che son qui, da tempi ormai remoti. Poesia di per se bella ed apprezzata come al solito. Complimenti vivissimi, ma lassamo perdere i tempi iti, a nulla son serviti, almeno da queste parti. La luce ancora non si vede, e la fortuna è solo di pochi, anzi pochissimi figli de... Cancelliamo questa primavera che primavera non è!
  • loretta margherita citarei il 30/03/2011 20:34
    la primavera di praga, nei lontani anni 60, bella
  • Elisabetta Fabrini il 30/03/2011 14:27
    Molto bella Vincenzo...!
  • Giuseppe Bellanca il 30/03/2011 12:55
    bravissimo Vincenzo.
    una poesia molto riflessiva...
    ciao
  • karen tognini il 30/03/2011 11:23
    Sei bravissimo Vincenzo... un'altra primavera in te... ricordi...

    quel giorno
    le nostre strade persero il loro nome
    il loro volto umano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0