PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vento II

C'è troppo vento nei miei ricordi.
sempre troppo vento.
Dopo gli anni trascorsi invano,
quelli troppo lunghi senza memoria,
infine mi posai, come foglia,
sul presente.

Come è ferma qui l'aria.
Come vedo attraverso la distanza
ogni mia debolezza.
Eppure così poco durerà la pace.

Diventare pietra vorrei.
Liscia e grigia e pesante.
Per stare sul prato verde
di fili oscillanti.
Per riposare sul letto del fiume
mentre l'acqua mi carezza.
Per vivere a lungo.
E sicura.

Ma pietra non sono.
Tu questo lo sai.
Sono foglia.
Foglia estiva che muove
e rallegra.
Foglia d'autunno che trema
e vacilla.
Foglia d'inverno
calpestata
in terra lontana.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0