username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nella notte

Vorrei spingere la notte
lontano
forse vicino al mare
o all'isola senza approdo
o all'utopia di un sogno perduto,

dove le anime si spogliano
delle forme apparenti,
il silenzio profuma della sua essenza
e il cuore riesce ancora a lacrimare
per una carezza appena soffiata
o un sorriso tenue
che non si spegne nel volto avido d'amore.

Vorrei spingere la notte
oltre il mio volo
per perdermi nei suoi richiami
mentre gli occhi si chiudono
nell'irrazionale manto
che segue le melodie del respiro.

Vorrei spingere la notte
per provare
sentire
l'ineffabile mormorio dell'infinito
sempre e solo insieme a te,
se vuoi per una volta
uscire dalla nebulosità
dell'orizzonte.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

48 commenti:

  • Federica. il 30/12/2011 13:13
    Meravigliosa composizione!
  • rosanna gazzaniga il 16/12/2011 20:22
    Nella notte i sensi si affinano e affiora il trascendente. Versi bellissimi, intensi come il desiderio della conoscenza, del mistero. Molto bella, complimenti!
  • annaritaq. il 04/12/2011 16:17
    La notte asseconda i nostri sogni, ma non squrcia le nebbie del giorno. Belle immagini. Bravo.
  • Anonimo il 08/09/2011 18:38
    Versi delicati che toccano il cuore...
    Complimenti Ignazio per il contenuto e per la forma.
  • vania antenucci il 30/07/2011 23:30
    Ignis ignis complimenti del romanticismo la luna che ti emanava, scritta bene
  • bruna lanza il 28/07/2011 08:41
    usare la notte ed i suoi silenzi per sentire il pulsare della vita? bella, bravo
  • Anonimo il 06/07/2011 15:29
    Vorrei leggere componimenti che mi lascino stupito ed ammaliato, come il tuo, vorrei uscire dalla nebulosità... ma è impossibile. Bravo Ignazio
  • Viky D. il 23/06/2011 23:35
    La notte può essere un'amica, una complice, un'amante. Siamo noi soli, nel silenzio e nella verità come davanti ad uno specchio.
    "... dove le anime si spogliano delle forme apparenti...". Mi piace particolarmente il senso di questa frase. Le tue capacità introspettive impreziosiscono il tuo stile come sempre particolare ed elegante.
  • Anonimo il 16/06/2011 18:13
    Beh... è nella notte che i poeti trovano l'ispirazione... e tu hai dimostrato di averne a volontà in questi versi, bravo Ignazio
  • Anonimo il 11/06/2011 22:07
    Cosa posso dire, Ignis, sopra un simile sipario... Mi sento piccolina... È splendida!!!!
  • A. SOFIA il 03/06/2011 11:20
    Molto bella...
    Un caro saluto Sofia
  • Francesca Ingold il 22/05/2011 12:40
    L'io diventa leggero, mentre la notte diviene cortina pesante, immobile nel condizionale che la precede. Eppure l'anima, spogliata delle sue forme apparenti (bellissima immagine), in qualche modo raggiunge ciò che si trova "più avanti". Resta l'interrogativo riguardante l'interlocutore finale, nascosto nella "nebulosità": È un'altra persona o un'essenza metafisica?
  • Annamaria Ribuk il 12/05/2011 11:29
    Splendida... quando riesci in purezza d'Amore espanderti nell'Universo...!
  • Luigia R. T. il 05/05/2011 14:58
    Questa notte, modulata sulle impalpabili immagini di profumi, suoni, silenzi, leggerezza di voli, incanto di sogni, respiro d'infinito, avvolge l'anima con la sua musica segreta, allontana umbratili fantasmi e... appare, addirittura, vestita di "azzurrinità"!
    Molto bella!
    Luigia
  • grazia savonelli il 30/04/2011 19:45
    ciao ignis non posso venire a venezia poi ti mando msg ciao
  • Anonimo il 28/04/2011 16:18
    Uscire dalla nebulosità... una speranza che nutro da quando non sono più stato amato.
    Sei un vero poeta ed i tuoi versi lo confermano, senza bisogno di commenti! Ciao

    Alarìco
  • Maria Rosa Cugudda il 28/04/2011 10:44
    Musicalità e sentimento,
    il tutto rinchiuso in stupendi e curati versi!
    piaciuta particolarmente.
  • Vanessa Solimando il 27/04/2011 12:30
    "Vorrei spingere la notte
    oltre il mio volo
    per perdermi nei suoi richiami
    mentre gli occhi si chiudono"
    Versi che esprimono con rara efficacia la volontà di superare i propri limiti, andare oltre se stessi in armonia con la natura e l'intima essenza di sé.. bellissima.
  • Ugo Mastrogiovanni il 25/04/2011 11:53
    3. Ignis è uno di quei poeti che vivono la poesia come percezione del distinto, del cortese, del bello. Si esprime tra cielo e terra, volteggia ai limiti di una fantasia indivisibile da quotidiano, ma sempre impregnata del fascino unico dei suoi versi, che non sono solamente grafia, ma soprattutto melodia.
  • Anonimo il 22/04/2011 22:56
    non male... ma qualche peccatuccio di ungarettiana memoria... scrivete come sentite, non come vorreste che gli altri vi sentano
  • Bruno Briasco il 22/04/2011 11:15
    Bel contenuto ed una chiusa magnifica.
  • - Giama - il 16/04/2011 16:54
    Grande poesia per struttura, tempi e contenuto!
    Complimenti
    Ciao Gia
  • Anonimo il 15/04/2011 07:29
    nel buio dell'anima non ci si vorrebbe mai sostare, però è inevitabile per i vantaggi e gli svantaggi. ciao Salva.
  • Anonimo il 09/04/2011 10:39
    molto bella... io vorrei tenere lontana la notte sempre... adesso più che mai...
  • lidia filippi il 08/04/2011 23:18
    Stupenda poesia! Ad ogni verso un'emozione indescrivibile... Oltre la notte, lì dove non ci sono più difese, noi e la nostra anima... In silenzio
  • Laura cuoricino il 07/04/2011 12:21
    Emozionante, avvolgente, una delizia per l'anima!
    Un piacere leggerti e ritrovarti...
  • Bruno Briasco il 06/04/2011 12:21
    sensazioni da "brivido"... poema cesellato di sensazioni estatiche che oltrepassano la realtà umana e vibrano in una atmosfera irreale ma che vorremmo vera, in quella sfera emozionale che vorremmo fosse presente, sempre... Ignis sei fantastica...
  • Cinzia Gargiulo il 05/04/2011 20:28
    Ogni tua poesia è un cesello di emozioni ben costruito attraverso la cura delle immagini e delle parole scelte sapientemente.
    Ottima poesia!...
    Bacioni...
  • suzana Kuqi il 04/04/2011 11:26
    Ciao Ignazio... e veramente bella... bellissima
  • Enrico Ravetta il 04/04/2011 00:35
    Bellissima, impone al lettore un ritmo di lettura calmo e pacato però intriso di forza, una sorta di muta grandiosità. La bellezza di questa poesia non necessita di null'altro che ammirazione. Fantastica
  • ELISA DURANTE il 03/04/2011 16:37
    ... lontano... oltre... per provare... l'ineffabile mormorio dell'infinito...
    Splendida!
  • lucia pulpo il 03/04/2011 14:50
    "Vorrei spingere la noyye lontano, vicino al mare..." ci sei riuscita alla grande!!!!!!!!!!!!!
  • Artemisia artemisia il 03/04/2011 09:32
    mi pare scontato dire che la poesia è bella o bellissima, tutte le tue poesie lo sono, ti dico solo che questa volta mi hai toccato il cuore
  • nicoletta spina il 02/04/2011 22:11
    "Vieni, Notte antichissima e identica, vieni e cullaci,
    vieni e consolaci, baciaci silenziosamente sulla fronte,
    cosi lievemente che non ci accorgiamo d'essere baciati
    se non per una differenza nell'anima e un vago singulto
    che parte misericordiosamente dall'antichissimo di noi
    laddove hanno radici quegli alberi di meraviglia
    i cui frutti sono i sogni che culliamo e amiamo " ( F. Pessoa )
    Commento citando Pessoa questa tua splendida poesia.
    Bravissimo Ignazio!!
  • michela salzillo il 02/04/2011 22:09
    QUESTA è QUELLA CHE MI è PIACIUTA DI PIù!!!
    sarà che amo la notte
    Bravo!
  • Anonimo il 02/04/2011 19:21
    Scusa Ignazio, nn me ne volere, ma non lòeggo mai i commenti lasciati dagli altri autori e Ignis... l'avevo scambiato per una donna... e poi sono sempre di corsa mannaggia a ME!
  • Anonimo il 02/04/2011 16:47
    Quel verso "vorrei spingere la notte" è magico... BRAVISSIMA.
  • giovanna raisso il 01/04/2011 16:23
    nella notte.. quando l'anima nuda ascolta il silenzio ed cuore.. cercare l'infinito.. te.. oltre la " nebulosità dell'orizzonte"..
    una delle più belle Ignazio
  • Giuseppe Bellanca il 01/04/2011 10:16
    una bellissima introspezione dove la tua anima s'immagina di vedere oltre l'immaginario, approdando in quell'isola che non c'è...
    bravissimo come sempre ciao...
  • Anonimo il 01/04/2011 07:25
    qui c'è la tua anima che vuole vedere al di la dell'impossibile... spingere la notte in un'isola senza approdo con lei... con la tua musa... ascolta ignazio cuodi gli occi ascolta--con il cuore e con la mente l'ineffabile mormorio dell'infinito... semplicemente meravigliosa... un bacio
  • denny red. il 01/04/2011 02:14
    Che bella!!! ignis, Ben scritta!!
    Bravissimo!!!

  • Giacomo Scimonelli il 01/04/2011 00:42
    ''... Vorrei spingere la notte
    oltre il mio volo
    per perdermi nei suoi richiami
    mentre gli occhi si chiudono
    nell'irrazionale manto
    che segue le melodie del respiro. ...''
    è fantastica
  • silvana capelli il 31/03/2011 23:01
    Il sogno è un utopia, ma quando un cuore riesce a lacrimare per una carezza ricevuta oggi, l'infinito è dentro di lui. È la melodia più bella. grazie!
  • Dolce Sorriso il 31/03/2011 22:23
    bellissima... la 3 strofa e la chiusa sono splendide... bravo Ignis
  • Aldo Riboldi il 31/03/2011 21:26
    il silenzio profuma della tua essenza... l'ineffabile mormorio dell'infinito... vorrei spingere la notte... molto bella Ignazio!
  • Anonimo il 31/03/2011 20:33
    Credo che il messaggio arrivi forte e chiaro e che la tua poesia è ben scritta.
  • Pietro Chiabra il 31/03/2011 20:24
    parto dall'epilogo che non trovo eccezionale, ovviamente se lo paragono al resto del testo che scivola via con sentimento e una forma eccellente.
  • loretta margherita citarei il 31/03/2011 20:02
    bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0