accedi   |   crea nuovo account

Vagabondo

errare di paese in paese.
ricordare visi un tempo amati,
solo con una consumata chitarra:
forse qui farò una
parentesi fissa,
sono stanco-

la libertà è bella ma la
solitudine la logora,
come una donna piacente
che a poco a poco invecchia
e sbiadisce-

scruto questo cielo infinito,
cerco risposte che non
arriveranno mai o forse
troppo tardi-

Chitarra suona
per questa lunga notte,
chissà se troverò un po' d' amore -

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Tinelli Tiziano il 12/02/2014 15:29
    Bella... continua a cercare.
  • orlando di giorgio il 11/07/2013 13:59
    Chitarra suona
    per questa lunga notte,
    chissà se troverò un po' d'amore... bella piaciuta molto
  • rosanna gazzaniga il 09/04/2012 19:48
    Stupenda e intensa: sei bravissima Grazia!
  • Giacomo Scimonelli il 02/04/2011 06:51
    ''... scruto questo cielo infinito,
    cerco risposte che non
    arriveranno mai o forse
    troppo tardi...''
  • Aedo il 02/04/2011 01:02
    Mi piace molto l'idea della chitarra, che vaga con te alla ricerca di una pura libertà e dell'amore. Tutti i versi sono molto validi; io comunque nel terzo verso sostituirei il termine "scordata" che mi sembra poco musicale con la parola "logora" oppure con un'altra che potrai scegliere tu stessa. Bravissima!
  • Anonimo il 01/04/2011 19:56
    Bella la similitudine sulla libertà. La poesia esprime le contraddizioni che sono in noi.
  • Anonimo il 01/04/2011 19:07
    bella... ricordi lontani... paura del tempo che passa... bella garzia scritta bene

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0