accedi   |   crea nuovo account

Poesia

Non c'è pace
finchè in me lei giace.

Liberare la devo
da ogni cosa impura
scavare giù nel profondo
per renderla più sicura.
Come una fonte
d'acqua limpida, leggera
che sgorgare farà un canto
dopo una notte oscura.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Ada Piras il 05/08/2011 18:13
    Grazie Maria sarà un canto. Ada
  • sabrina galbo il 05/08/2011 18:02
    Grazie notte oscura... che a "tanto" dai modo di affiorare..
  • Anonimo il 23/06/2011 12:50
    molto bella ada, liberare con la mente e con il cuore i nostri pensieri... renderli puri cristallini privandoli di malizia ed ipocrisia per regalarli poi con tanta generosità ... come fai tu...
  • Ada Piras il 03/04/2011 21:07
    Scrivere, per me è già una grande gioia. Vi ringrazio tantissimo dei vostri commenti, un abbraccio a tutti.
  • loretta margherita citarei il 03/04/2011 17:51
    ottima riflessione 1 bacione
  • Giacomo Scimonelli il 03/04/2011 11:42
    ''... Non c'è pace
    finchè in me lei giace...''
    hai ragione...
  • Anonimo il 03/04/2011 10:16
    bella, dettata dal cuore, bene, fai sempre uscire queste opere, meritano d'esser lette. cioa Salva.
  • - Giama - il 03/04/2011 09:18
    bravissima Ada, spesso tutti noi abbiamo la necessità di far emergere dal profondo queste "acque" tumultuose che divengono piacevoli emozioni non appena sgorgano pure; ed è un conforto dell'anima assaporarle...

    Ciao Gia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0