accedi   |   crea nuovo account

Nei campi di bionde messi

forse
potrei sradicar paletti lessicali
dal mio scrivere che ti amo
Dio mio, non è facile
tra tentennamenti e sentori strani
e tracciar di te profili, parole non dette
provare, a star lontano da quel sentimento ma
non è facile t'assicuro e
sul proscenio vitae quante stelle cadenti
dire, urlare al mondo
il tuo nome e
a contar anche quelle
da chissà quanto le aspetta, chi ama
e tirar calci ai sassi indugiando
fra strami e covoni di bionde messi
calici d'amore bevuti troppo presto
e assaporati appena, con te
e promesse mai mantenute
sotto un cielo troppo grande
da qui all'ara di lacrime madida
mi vorrai ancora
oppure il tuo chitone
inerte giace a ricovero
in questo tempo trascorso
a cercar di te...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 03/04/2011 20:58
    Molto intensa, piaciutissima
  • loretta margherita citarei il 03/04/2011 20:36
    favolosa, fra le preferite 1 bacione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0