PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Capinera

Quando spunta il sole, ad oriente,
dal tuo nido, finchè non è sera,
il tuo canto melodioso risuona,
spensierata e gioiosa capinera.

Al crepuscolo, quando il cielo s'oscura,
sotto l'ala nascondi il capino,
la tua voce tace e riposa,
nell'attesa del sol del mattino.

Ma quel giorno, nel far della sera,
in agguato stava bieca figua,
su di te infieriva con violenza,
nella sera più grigia e più scura.

Ora la, riversa in un campo,
quella belva dal cuore di pietra,
come un cencio, ti ha abbandonata,
nella notte più buia e più tetra.

Dal tuo nido, or si alza un lamento,
di dolore e di grande tristezza,
di chi amore ti ha dato ed ha avuto
e non comprende tanta efferatezza.

Passa il tempo, passano i mesi,
torna ancora la primavera,
ma dal nido tuo, non s'ode più il canto
di gioiosa e spensierata capinera.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0