accedi   |   crea nuovo account

Sansone e Dalila

Sansone
nella sua folta capigliatura
la sua forza
nascondeva,
ma non la sua intelligenza;
Dalila,
al contrario,
di materia grigia
tanta
ne aveva;
da render costui
una mansueta pecorella,
al martirio
già pronta
e bella.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 06/04/2011 22:44
    nell'infinito la forza pian piano si spegne, sopravvive la modestia e l'intelligenza e perchè no l'amore. ciao Salva.
  • karen tognini il 05/04/2011 21:59
    Sei veramente bravo Don...
    un piacere leggerti...
  • loretta margherita citarei il 05/04/2011 20:49
    piaciuta moltissimo, originale
  • Vincenzo Capitanucci il 05/04/2011 19:17
    e gli fa radere le sette trecce...

    Molto bella Don... una pecorella nel disegno divino..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0