PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non mi vergogno

Non mi vergogno a dire che lo conosco
calcolo il costo del suo Amore
prendo la mia croce e lo seguo.
Quante volte ti cerco Signore;
nella notte stellata e silenziosa
bramo la tua presenza,
trattengo il respiro..
mio desiderio, di sentire una carezza
che sfiori la mia guancia con tenerezza,
spera in te il mio cuore
io ti voglio o mio Signore!
Ti guardo, ti fisso,
perchè ti hanno crocifisso?
Ti amo con tutto il cuore
ti chiedo perdono o mio Signore!!

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Igina il 08/07/2012 22:19
    Molto bella, Silvana, questa tua poesia...è il tuo credo che traspare da ogni tua parola... sentimenti veri e sentiti... Bravissima. un grande abbraccio, Igina
  • silvana capelli il 19/09/2011 14:33
    Si credo nel suo perdono. un caro abbraccio a tutti voi.
  • Bruno Briasco il 15/06/2011 18:15
    Cara Silvana, ma il Signore ti ha già perdonato tutto: passato, presente e futuro. Guai se così non fosse per le Sue pecorelle. Una persona che Lo cerca, Lo invoca e Lo brama, pur se nell'errore, se lo ha fatto con Amore è di già di per sé stessa perdonata. Credici.
    Un forte, fortissimo abbraccio fraterno
  • Anonimo il 05/04/2011 23:19
    Poesia dell'anima, hai trasmesso le tue emozioni.
  • Cristina Cirstea il 05/04/2011 22:56
    Molto bella,