PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'inganno del mare

D'un tratto conobbi l'azzurro del mare
E della sua limpidezza
Perdutamente mi innamorai.
Riconobbi in esso me stessa,
Così parve all'inizio.


Vidi nel suo sguardo, di celeste dipinto,
Un riverbero di luce raggiante.
Catturata dalla bellezza del suo cipiglio
Credetti alla sua foce,
Ma la dottrina era menzogna meschina.



Il colore del mare è solo l'inganno più infame.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • ombra bianca il 14/09/2012 02:11
    Così parve all'inizio.
    Ma la dottrina era menzogna meschina...

    quest'oggi sento mie queste parole...
    complimenti
  • Bruno Briasco il 09/04/2011 20:11
    Complimenti per lo scritto. Come commento dovrei ripetere uno ad uno i predecessori.
  • lucia pulpo il 08/04/2011 11:00
    Il colore del mare è cangiante a seconda della luce, proprio come la tua poesia che cambia dall'amore all'inganno... complimenti per essere riuscita a mostrare tale cambiamento!
  • vincenzo rubino il 07/04/2011 19:32
    buon uso della metafora e davvero gradevole alla lettura.. ciao a presto.
  • Gabry Tedesco il 05/04/2011 23:35
    Grazie mille ad entrambi
  • Fistiko icolasen il 05/04/2011 23:32
    solo lo stato d'animo del momento fa riflettere il vero colore del mare... come in tutte le cose c'è sempre il rovescio della medaglia... sei riuscita a far vedere ciò che altri non vedono o... che non vogliono vedere... bravissima
  • STEFANO D'AMICO il 05/04/2011 23:10
    Percezione dell'anima limpida come il mare travolta dalla consapevolezza dell'inganno... ambivalenza tra purezza/contaminazione...
    Molto profonda, misteriosa con tinte viscerali...
    bellissima poesia bravissima Gabry

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0