accedi   |   crea nuovo account

Vampe Amare

Con il cielo gonfio di nitrati e bombe
già la festa si scolora
in bui latrati senza gioia,
e gli echi di questa stagione incerta
s’affievoliscono appena
tra l’opulenza stantia
del sugo alla carne
e le piccole scodelle di dolcezza
che mi saziano,
ma non placano
i miei foschi sussurri d’estate
dove manchi come sabbia
non baciata dal suo mare.

Non so in quale direzione punti gli occhi
forse segui quel natante laggiù a largo
mentre cigola e crepita
di sale ed alghe,
tradendo traiettorie
che ci paiono normali,
mentre l'animo s'abbandona
in capricciose piroette
d'onde mediterranee
che tradiscono sconforto
regalando abbandono

non ho certo domande
sulla nostra esistenza celata,
solo risposte inutili
ai nostri condivisi
bisogni

così,
la corrente mi trascina lontano
sapendo d’aver dimenticato qualcosa
d’importante,
le onde scorrono tra i miei pensieri
sbattendo furiose
in questo porto senza rocce
che si frappone ancora
tra la sabbia ed il suo mare,
ed è un anello stretto al collo
la schiuma che soffoca il respiro
dove la mia barba senza voce
struscia la tua seta tenera,
sgualcendola,
facendola un po’ mia
senza mai averla baciata.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • augusto villa il 26/09/2007 10:19
    Bravissimo Ivan!... Intensa e carica d'immagini ben dipinte!... Complimenti! (tutti meritati) Ciao!
  • Simone Sansotta il 30/08/2007 17:51
    Un acquarello espressionista darebbe le stesse sensazioni, senza, tuttavia, lasciare graffi così profondi.
  • Fabio B il 05/05/2007 08:43
    Bella sono colpito. bravissimo
  • Dora Millaci il 04/05/2007 12:00
    molto bella, soprattutto l'ultima strofa che reputo essere estremamente sensuale. complimenti.
  • Duccio Monfardini il 03/05/2007 17:57
    10. Sei sempre bravissimo ivan. ciao, duccio.
  • Antonio Pani il 02/05/2007 09:08
    Panorami, momenti e scenari che ti attraversano, ti sfiorano, che solo in parte vengono filtrati. Bellissime sensazioni, di intensità e profondità unica. "... dove manchi come sabbia non baciata... non ho certo domande sulla nostra esistenza celata..." versi speciali. Sempre bravissimo Ivan. Ciao, a rileggersi, Antonio.
  • Anonimo il 28/04/2007 21:41
    Complimenti, molto bella, molti versi sono veramente fantastici, bravo Ivan. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0