PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al casinò

Fra le tante
civettuole carte
che sul verde banco
suadenti
si mostravano,
un asso di cuori
c'era
e la dama
conquistò;
senza mezzi termini
con lei
sessuale e bella
se ne andò;
seppur
a vuote tasche,
in quanto,
le altre
la meglio
ebbero,
ma in denaro
e non in amor.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 07/04/2011 22:07
    come al solito la tua originalità diventa poesia
  • Elisabetta Fabrini il 07/04/2011 18:34
    Bella... molto interessante la tua visione di gioco..
    Bravo Don!!
  • loretta margherita citarei il 07/04/2011 17:21
    originale
  • Anonimo il 07/04/2011 15:51
    Particolare, ben scritta
  • Anonimo il 07/04/2011 15:47
    Forte! xD La passione secondo i pokeristi.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/04/2011 13:13
    Fortunato in Amor sfortunato al gioco... basta che poi dopo tanto filo.. non la piantò in Asso (isola)

    Bella Don... ma qual miglior appagamento che l'Amor..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0