accedi   |   crea nuovo account

Lo sbocciar del mandorlo

c'è una vita di passioni e
c'è una vita senza passioni
quest'ultima è immortale
come questa roccia,
antica quattromila anni
dove hanno trovato riposo
imperatori, meretrici, ladri, amanti,
ad ognuno di loro è sopravvissuta!
poi c'è una vita di passioni
breve, che brucia in fretta come una candela
che lascia dietro solo fumo
anche'esso destinato a svanire,
ma è quanto abbiamo
vaso di pandora colmo di amore, odio,
solitudine e fantasia.
può apparire a volte crudele
quando ci costringe all'abbandono
ma ad ogni primavera
quando ammiro lo sbocciar dolce dei fiori del mandorlo
mi accorgo che inevitabilmente l'amo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • mariateresa morry il 04/10/2011 22:22
    E certamente preferiamo la vita di passioni e di passione, quella che ci lascia ferite. Però anche guarire e sentire che ci rinnoviamo nei sentimenti, è una sensazione umana e irrinunciabile. Condivido con te. Bravo!
  • Hila Moon il 13/07/2011 18:23
    Sarà che amo i mandorli in fiore?!? trovo questo tuo scritto bello e vero...
  • Anonimo il 01/07/2011 21:15
    una roccia e un albero sotto il quala riflettere... Bravissimo!
  • vincenzo rubino il 07/06/2011 12:14
    credo tu abbia colto in pieno il senso di questa poesia... e questo lo apprezzo molto, ciao a presto!
  • laura cuppone il 07/06/2011 12:06
    essere ed esistere sono la medesima cosa?
    non sempre
    come
    sognare nel sonno o nella
    veglia...
    ciò che rimane é la pietra e quindi, lo statico sovrapporsi di identità?
    forse, ma quel piccolo dolore, quella gioia senza tempo, solo una maledetta passione può offrirli, quella che si ama e odia, perchè caduca e dissolvibile...

    bella!
    Laura
  • mauri huis il 01/06/2011 21:01
    più prosa che poesia, ma coinvolgente e non banale. complimenti
  • vincenzo rubino il 30/05/2011 12:55
    be potrebbe essere... considerate le innumerevoli dominazioni che abbiamo avuto, ciao
  • ELISA DURANTE il 28/05/2011 18:33
    Questa roccia...è la tua Palermo, immagino...
  • paola lorusso il 21/05/2011 18:14
    L'amore... così irrazionale... ci costringe all'abbandono eppure non viviamo senza! Bella
  • giovanna raisso il 04/05/2011 18:12
    la vita immortale ed arida non potrà mai capire quanto sia piacevole l'arrivo della primavera..
    che bella Vincenzo
  • Anonimo il 04/05/2011 13:16
    vaso di pandora con i mali del mondo... ma allo sbocciar del mandorlo...
  • Anonimo il 03/05/2011 15:03
    Aperta la porta alla speranza
  • Maria Rosa Cugudda il 28/04/2011 10:59
    Opera che sa tramettere emozioni,
    apprezzata molto.
  • Bruno Briasco il 10/04/2011 13:06
    ... mi accorgo che inevitabilmente l'amo... il cuore ha sempre il sopravvento... per fortuna
  • Giacomo Scimonelli il 07/04/2011 23:10
    piaciuta... bravo
  • loretta margherita citarei il 07/04/2011 21:15
    bella
  • Gabry Tedesco il 07/04/2011 19:26
    Molto bella, sembra un racconto e arriva al lettore.
  • Giuseppe Tiloca il 07/04/2011 19:07
    Splendido come, lo sbocciar di un mandorlo, provoca queste emozioni.
    Bravissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0