accedi   |   crea nuovo account

11 settembre 2001

Solevan passare così
intere giornata,
dal basso verso l'altissimo
tutti dediti
al lavoro frenetico
nel cuore della Grande Mela.
La giornata era appena iniziata
e la loro vita
stava per finire,
spezzata inumanamente
dalla crudeltà del male profondo.
Giacciono lì, ora,
e chissà per quanto tempo
ancora
non avranno neanche
la dignità del loro nome.
Basteranno
le lacrime degli amati
a far annegare
i colpevoli dell'assurdo?
No.
Non basteranno.
Non sono mai bastate.
Purtroppo.

 

4
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Linda Tonello il 18/07/2009 11:30
    L'odio profondo annienta tutto: pietà, umanità, sofferenza non sono più niente... povero triste mondo malato...
  • Fred Marine il 17/05/2009 12:16
    Dio maledica chi ha ideato e realizzato tale atto infame, costato la vita a migliaia di persone.
  • Marco Vincenti il 03/11/2007 19:49
    I miei complimenti per il componimento di questi versi ad esprimere un fatto di realtà atroce. Bella
  • A. Barbara Di Stefano il 28/10/2007 10:22
    Grazie, etra P., sei l'unica che ha commentato questa mia...
  • A. Barbara Di Stefano il 02/05/2007 21:51
    nell'undicesimo verso c'è un refuso...è male, non mare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0