PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sospeso nel tempo

son cappelli del passato
le barche riviste
dall'occhio freddo e incerto
di un corpo estraneo al mio.

finestre gotiche
si affacciano sul mare
e l'immagine statica
inizia la sua danza
presa da nuova vita

stridente il grido dei gabbiani
che danzano nell'aria
tra le acrobazie
che nutrono i loro corpi

e il sole che oggi
non da tregua ai vitrei occhi
la nuda pelle non teme l'inverno
ma sfida quel tempo clemente.

È il risalire i sentieri
di antichi castelli
che toglie il respiro
aprendo lo sguardo a sogni reali

voli onirici
mi riporteranno qui
col silenzio che mi vive
e il desiderio di restare

sospeso nel tempo
tra roccia di marmo
e oceano insolito
tra il cielo e la terra.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0