PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Antibes

uscisti sulla spiaggia
a piedi nudi
vestita di sola tunica
bianca, candida,
le trasparenze travolgenti
mi lasciarono senza fiato
mi prendesti per mano
riportandomi nell'alcova,
come sottofondo la musica delle onde,
tutti i profumi del mare,
tra le braccia i fiori più belli
e le gemme più preziose.
E non è stato un sogno.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 18/08/2008 18:32
    Stupenda visione... dell'Amata.. prendendo per mano l'Amato.. per riportarlo nell'Alcova...
    nessun profumo... nessun fiore... nessuna gemma... puà essere paragonato a questo... onde di eternità palpabile...

    splendida...
  • sara rota il 27/06/2007 08:43
    Bella notte d'amore.. romantica e sensuale.
  • ELENA MACULA il 05/05/2007 13:05
    MOLTO BELLA ED EVOCATIVA DI UN ESTATE ANZI DI UNO DI QUEI MOMENTI ETERNI KE SL L'ESTATE TI SA DARE!!!
  • A. Barbara Di Stefano il 28/04/2007 17:40
    ahimè, non haimè...
    un gran bel ricordo!!!!
  • Ivan Navi il 28/04/2007 17:38
    haimè mi è rimasto solo il ricordo... cmq grazie per il commento.
  • A. Barbara Di Stefano il 28/04/2007 17:20
    sono contenta per te.
    Un bellissimo momento... ben descritto, essenziale, ma completo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0