accedi   |   crea nuovo account

L'alga e il cormorano

E la camera con vista
ospitò i ciechi
satolli e unti di microchip in ceralacca
mentre sirene intonavano l'inno
e i senza patria toccavano lo scoglio
-l'ennesimo buco nero da attraversare
l'ennesimo Acheronte da dragare-

L'oceano del sole rosso tremò tutto
premendo di un'arma energetica il grilletto
e l'alga divenne pesce
ma il pesce
fece fatica a riconoscersi
nei nuovi panni sporchi che ingoiava

Le bacche furono l'unico cibo
di chi mai una scarpa aveva indossato
lo spazio fece passare tra le nubi
l'oggetto rovente non identificato

Il cormorano alzò il capo piano
sapendo che era l'ultimo mai nato

E i veri ricchi
non si lavarono la faccia
tranquilli e sereni
nei loro intimi firmati
spuntarono le nuove banconote
immortalandosi
in capsule dal risveglio nel futuro
che li portò lontano da quel giorno
in cui si seppe
com'era fatto il mondo...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Anonimo il 12/05/2011 11:39
    Bravissima laura... senza parole...
  • laura cuppone il 18/04/2011 11:08
    cla car
    grazie infinite!
    Laura
  • Anonimo il 17/04/2011 17:16
    hai ragione Laura indifferenza... menefreghismo... , come tu dici come intervenire... cosa fare... sei brava laura... molto brava
  • laura cuppone il 13/04/2011 08:34
    Michele il tuo nome mi e' caro e familiare...
    Ti ringrazio tanto e sono contenta che tu abbia viaggiato un po' sul mio umile convoglio

    Laura
  • laura cuppone il 13/04/2011 08:30
    Stefano, se fino a qualche decennio fa tutto quel che avveniva non ci era dato sapere, perché già avveniva, ora abbiamo la possibilità di sapere, nel bene e nel male ciò che accade, con l'aggravante che ce ne freghiamo o non possiamo concretamente intervenire.
    L'egoindifferenza ci sovrasta e ci condiziona.
    Grazie.
    Laura
  • Michele d' Orsi il 12/04/2011 18:56
    È la prima poesia che si avvicina al mio stile: aperta, libera. Ho viaggiato insieme a te, anche se forse ho usato un mezzo di trasporto diverso dal tuo. Anche se forse ho trovato un tipo diverso di viaggio. Complimenti molto bella
  • Anonimo il 12/04/2011 13:28
    brava Laura... stile particolare e messaggio importante
    ciaooo
  • laura cuppone il 12/04/2011 13:22

    Giacomo.. grazie infinite.
    Laura
  • laura cuppone il 12/04/2011 13:22
    grazie Angela!

    laura
  • laura cuppone il 12/04/2011 13:21
    grazie loretta!!!

    laura
  • laura cuppone il 12/04/2011 13:21
    Gian..
    non é molto futuristica... credo sia purtroppo anche contemporanea...
    grazie!!!
    laura
  • laura cuppone il 12/04/2011 13:20
    grazie Alessia
    bello vederti qui...

    Laura
  • Giacomo Scimonelli il 10/04/2011 18:14
    bellissima
  • angela testa il 10/04/2011 15:32
    molto toccante... immaggine e parole... complimenti...
  • loretta margherita citarei il 10/04/2011 15:03
    splendida
  • - Giama - il 10/04/2011 14:44
    poesia "futuristica" dai passaggi colmi di immagini forti...
    bravissima!

    ciao gia
  • Alessia Amato il 10/04/2011 14:31
    Immagini che scorrono rapide accompagnate da parole forti piene di verità... brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0