PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Temporale

Sola nella mia stanza,
siedo al buio accanto alla finestra e guardo il cielo.
L'aria è quieta
benchè un presagio di tempesta aleggi minaccioso.
Una luce accecante irrompe e squarcia il silenzio.
L'urlo s'ingola e quasi mi soffoca.
... È già passato, ma si appresta a ritornare.
Eccolo che arriva... di nuovo.
Dopo il fragore crepitante e assordante
che simile ad una scarica di fucile
si affievolisce e si esaurisce in un'eco lontana,
aspetto.
Non è il tempo che mi manca! Ma non lo controllo.
Potrei anche morire nell'attesa
ma non mollo la postazione.
Non c'è tregua, si ripete con costanza
ad un ritmo incessante e cadenzato.
La paura, fedele e muta compagna,
non mi abbandona mai in simili momenti!
È una paura atavica e irrazionale,
ma reale, tangibile e presente.

Per una volta resisto alla tentazione
di fuggire a nascondermi,
di chiudere gli occhi per non vedere.
Adesso che la decisione è presa,
la calma sopraggiunge allo scoramento,
la tensione dei pugni serrati si allenta,
la mascella d'improvviso si rilassa,
le rughe intorno agli occhi chiusi,
strizzati per effetto dell'onda di ritorno,
si appianano e le guance,
che il defluire del sangue ha reso pallide,
ritrovano l'abituale colorito.
La vita riprende a pulsare
insieme al ritmo del cuore che ora è regolare
e non martella più così forte nel petto.

Accade tutto in pochi istanti ma sembrano un'eternità...
Eccolo, è qui ma non mi fa più così paura.
Lo accolgo come si fa con un amico
di cui si eran perdute le tracce ma non il ricordo.
Come una lama affilata e indolore
il suo bagliore accecante e improvviso
trapassa gli occhi ma senza ferirli.
Così attendo senza timore
il prossimo guizzo con tranquilla speranza.

 

l'autore Fernando Piazza ha riportato queste note sull'opera

Mi sono immedesimato nella paura di mia moglie per il temporale... nella speranza che, leggendola, la sua paura un po' si affievolisca.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Fernando Piazza il 15/10/2011 23:18
    Grazie a entrambe, anche se in ritardo...
  • Bianca Moretti il 26/07/2011 17:57
    Non capivo all'inizio perchè fosse al femminile, poi ho letto la nota... davvero bravo! Ti sei immedesimato proprio alla grande... e sono d'accordo con tua moglie: le paure sono dure da combattere per quanto ci si provi.
  • bruna lanza il 16/06/2011 21:36
    paura atavica.. e si... ci aiuti ad affrontarle... complimenti
  • Fernando Piazza il 08/06/2011 00:59
    Marcello, Carla, credo di essere d'accordo con voi e un po' forse avete aiutato quella fifona di mia moglie... che ci prova ma... la fifa a volte è irrazionale e produce effetti stravaganti e a volte quasi "devastanti".
  • Anonimo il 24/05/2011 13:28
    bellissima poesia... che esorcizza le paure interiori che tutti abbiamo dentro complimento ferdy
  • Marcello Insinna il 16/04/2011 10:53
    Ad un certo punto bisogna affrontare le proprie paure. E affrontandole faranno meno male! Coinvolgente. Bravo
  • Fernando Piazza il 11/04/2011 23:14
    Leggo solo ora i vostri graditi commenti. Grazie a tutte
  • laura marchetti il 10/04/2011 20:33
    bella e ben scritta... regala sensazioni
  • anna rita pincopallo il 10/04/2011 17:52
    bella e coinvolgente bravissimo
  • Anonimo il 10/04/2011 17:38
    è una bella poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0