accedi   |   crea nuovo account

Negl'occhi ti porto

Greve la notte
ti prolunga nel petto
dei giorni ròsi

Nel grembo dell'iridi
cullo il tuo sguardo

Freddo il risveglio
dai sonni brumali,
ove è straziante
ed acre l'attesa

Deflorante quel vacuo
che riempe i miei battiti.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • silvia ragazzoni il 29/04/2011 10:59
    bellissima poesia!!!
  • Susanna Contadin il 12/04/2011 14:47
    Splendida l'immagine del "risveglio dai sonni brumali", gelida terra dove si consuma l'attesa
    S.
  • Giacomo Scimonelli il 11/04/2011 18:47
    molto bella... piaciuta
  • Anonimo il 11/04/2011 16:49
    Bellissima poesia.
  • Anonimo il 11/04/2011 11:20
    molto molto bella :bravo
  • Hila Moon il 11/04/2011 10:57
    Che intensità in questi versi! Molto bella
  • Anonimo il 11/04/2011 10:51
    Intensa e molto apprezzata
  • Vincenzo Capitanucci il 11/04/2011 10:11
    Molto bella.. Free.. riempirsi il cuore di fiori.. nel grembo di un Iris..
  • ANGELA VERARD0 il 11/04/2011 09:37
    bella e curata nella forma.
  • loretta margherita citarei il 11/04/2011 08:44
    stupenda

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0