PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quando la poesia diventa vita

ho ascoltato il vento del deserto
ho sopportato la pioggia che non arriva
ho visto carovane spostarsi
tra dune tutte uguali
su cammelli senza più groppa
non ho visto lacrime, ne sofferenza
solo mani stringersi tra loro
sostare sotto una luna sorniona
camminare verso un sole luminoso
sorridere all'alba che arriva
abbracciare il nuovo giorno
e continuare il cammino.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ruggero rocchetta il 26/10/2016 15:53
    interpreto questa opera come quella di un popolo che dopo aver sperato in qulcosa che non è arrivata, con fiera rassegnazione si lascia cullare dal fato.
  • Eugenio Flajani Galli il 29/08/2014 19:06
    poesia "naturale" per descrivere la disabilità attraverso le metafore della natura

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0