accedi   |   crea nuovo account

Il Maresciallo

Il Maresciallo mi parlava
io lo ascoltavo
attento.

Ma qualcosa stava cambiando
in quel discorso
imposto.

Mi era difficile inseguire
le associazioni
ardite.

Tutte quelle assurde chiacchiere
perdevano ogni
coerenza.

Le parole poi iniziarono
a rotolare
nel nulla,

lasciando posto alle emozioni
prima da loro
celate.

Stupito mi accorsi che erano
sempre e soltanto
angosce.

Persino quando il maresciallo
vantava i suoi
successi.

A volte si fermava come
fosse inattesa
d'applausi.

Povero Maresciallo: solo
e inadeguato
a vivere,

alla ricerca di conferme
magnificava
se stesso.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • ELISA DURANTE il 15/04/2011 08:17
    Poesia profonda per contenuti, travasabili anche in altri contesti dove ci sia un superiore e un subalterno...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0