PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Serpe domestico

Verme strisciante
Fatiscente il serpe cosciente
Dello sciarpeggiare al collo angoscioso.
Biscia crescente.

Pronto, spronato d'artiglio
Come trottola
Trasformata vis infranta!
Atroce silenzio.

 

3
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • ELISA DURANTE il 09/05/2011 07:02
    Un crescendo di tensione... stile Dario Argento...
  • Bruno Briasco il 03/05/2011 10:27
    Piaciuta...
  • Pepè il 01/05/2011 22:09
    Bello il lavoro sui suoni della poesia. Spero che non dimentichi di tenere sempre con te l'antidoto del veleno...
  • Anonimo il 19/04/2011 19:19
    Stupenda, è nelle mie corde,
  • loretta margherita citarei il 15/04/2011 21:42
    piaciuta, originale
  • Andrea Palestra il 15/04/2011 15:00
    non ho creduto in un'offensività della tua parola anzi, è piacevole che qualcuno provi interesse del mio volgar scrivere. Scusa se ho dato questa impressione... grazie cmq
  • Ada Piras il 15/04/2011 14:56
    Si l'avevo capito, ma non volevo essere offensiva. Scusa
  • Andrea Palestra il 15/04/2011 14:53
    più o meno.. è un serpe assetato di futuro, è in famiglia.. ma come tutti i serpi non è di sangue.
  • Ada Piras il 15/04/2011 11:24
    Non so a cosa ti riferisci forse a quella che tieni in casa tu?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0