PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Attesa

In piedi alle Poste
e già in coda da un'ora,
lascio andare una scorra
cha profuma nell'aria!

Il vicino già annusa
il mio olezzo invadente,
percependo dai gas
quel tanfo crescente.

E si gira, nauseato
a cercare il mittente
del messaggio arrivato:
"Sai cosa ho mangiato?"

Mentre l'aria è già pregna
della scorra di prima,
non disdegno che un'altra
le rimanga vicina!

Forse questo è il momento
che io vada a c... re,
tornerò un'altra volta
e... sarà per pagare!

Ma, se a te chiedessi
in fila alle Poste
del momento più bello
più losco e sentito,
forse diresti
del vicino colpito,
a cui hai regalato
con il gesto più ardito,
il peggio di te!

È già in coda da un pezzo,
per pagare un balzello,
una tassa, un disguido:
l'hai bruciato, intontito,
anche lui era in coda...
sì, ma prima di te!

Quel peto nascosto
pressante e inquieto,
nato cosciente, che
la vita non aspetta niente!

Si alza veloce
attraversa la fila e
seppur per un attimo,
rimane presente.
Sapendo che presto
non rimarrà niente,
se non il ricordo
che ha dato alla gente!

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/01/2014 01:22
    apprezzata, complimenti.

2 commenti:

  • DANIELE CREPALDI il 17/04/2011 23:59
    molto divertente. La poesia, oltre che il dono di eternare la bellezza, di tentare l'imponderabile, di liberare suggestioni, etc... ha anche il dono di esorcizzare il dolore attraverso lo strumento dell'ironia... OK.
  • Fernando Piazza il 17/04/2011 22:08
    Dai, è simpatica questa... Può capitare, ma lui pare lo faccia di proposito.
    "Mentre l'aria è gia' pregna
    della scorra di prima,
    non disdegno che un'altra
    le rimanga vicina!"
    Certo non è bello, manca di aplomb e di buona creanza il tizio... ma se lo si vede come scherzo letterario ci può stare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0