accedi   |   crea nuovo account

Vida

Sin prendas llega el niño
sin ninguna pertenencia
con su llanto vigoroso
nos anuncia su existencia.

Atrapado en torbellinos
acechado por la muerte
precavido, vigilante
en un viaje sin regreso.

Un equipaje rebosante
de ilusiones y vivencias
cargas graves, pesos vanos
se arrastran ya sin fuerzas.

El camino está trazado
ha llegado a su final
los recuerdos se cancelan
el silencio ya es su dueño.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 20/04/2011 15:38
    Bellissima Maria... il silenzio è già il Suo padrone..
  • Anonimo il 20/04/2011 14:41
    Scusa, volevo dire traduzione
  • Anonimo il 20/04/2011 14:41
    Ben tracciato il cammino dell'uomo attraverso la vita. Fatta molto bene. Grazie per la truduzione.
  • Maria Gioia Benacquista il 20/04/2011 14:36
    La vita

    Senza vesti e senza averi
    il bambino viene al mondo
    con un pianto vigoroso
    annuncia la sua esistenza.

    In vorticanti mulinelli
    insidiato dalla morte
    giudizioso, previdente
    in un viaggio senza sosta.

    Un bagaglio strapieno
    di sogni, di memorie
    futile e pesante fardello
    senza forze ormai trascina.

    Il cammino già tracciato
    è arrivato alla fine
    si cancellano i ricordi
    il silenzio sovrano regna.
  • Anonimo il 20/04/2011 14:35
    Ho capito perfettamente il finale. Credo che sia una poesia molto musicale, a parte il suo significato poetico.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0