accedi   |   crea nuovo account

Dolce oblio

Volevo essere cuore
nella mattinata grigia.
Rose
e spine
e cielo
quando potrò avervi?
Sfuggite, sfuggite!
Oh, deserti bianchi
come distese di pensieri
ove anonime oscillazioni
vibrano.

Ascolta!
Il mio fioco pensiero giunge a te?
Canti, distruttori ed artefici delle mie speranze,
vortici di gioia e distruzione!
Ascoltate!
Il mio fioco pensiero giunge a voi?

Rifletto,
di fronte al mare delirante
l'amore e la vita allo scoperto.

Coprimi, o mare!
La tua coperta di stelle è la più bella.
Chi ti eguaglierà?
La luce dell'aurora porta sentimenti e nostalgie,
coprili, come sai fare tu.

O oblio, dolce oblio!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0