accedi   |   crea nuovo account

Fiore di settembre

Margherita,
fiore di settembre,
mia dolce pianta,
quasi come figlia,
dono del mio immaginario...
Perdonami, se oggi nel mio regno
di donna ti conduco.
Ti accosto al cuore: guardo le tue gemme,
come veste di stelle:
un corpicino sfiora la mia pelle...
Bacio il suo viso,
le tenere chiome...

Le mie carezze, sono sempre uguali...
Intense... Silenziose...
Delicate...
Ma tu,
da esteriori cure, fuorviando,
dall'angoliera, ove ti abbiam posta,
abbracci i miei capelli.
I nostri volti si toccano...
Gioiscono...
S'imperlano di gocce...
Sono rugiada? O sono pianto?

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Bruno Briasco il 14/05/2011 15:08
    "Sono rugiada o sono pianto?". Bellissima Giuseppina. sentita... intima
    Tenera e delicata come le espressioni che hai usato per questa tua espressione
  • Cinzia Gargiulo il 27/04/2011 16:21
    Versi molto delicati proprio come i petali di una margherita.
    Poesia molto bella!
    Un abbraccio...
  • Anonimo il 27/04/2011 14:24
    meraviglioso fiore, semplice ma tanto bello, come le tue parole Brava Giuseppina...
  • Attanasio D'Agostino il 26/04/2011 15:42
    è stupenda Pina... la rugiada sulle margherite ... come un pianto
    un caro abbraccio Lucia e Tanà
    un salutone a Piero Ciao
  • Giuseppina Iannello il 25/04/2011 16:57
    Grazie, anche Tu
  • loretta margherita citarei il 25/04/2011 16:54
    splendida, pina sei super

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0