accedi   |   crea nuovo account

Quando finirà il sogno

tornerò
a far da giullare, come vuoi tu
così mi accetterai, forse
ti darò la mia anima in affitto
e potrai farmi danzare appeso a fili
vitae
farò tacere quei rimestii dell'ego
farò tacere la ribellione che alberga in me
tornerò
per indossare i vestìmentum perdendi
per dormire accanto a te
e sarà solo tuo, il proscenio delle emozioni
plettri magici userò per intonare
melodie di cavalieri serventi di cotte agghindati
quando, l'acciaro dettava legge
quando l'elsa rievocava il Cristo inconsapevole
quando la notte sarà al libitum
anche questo brutto sogno, finirà...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 26/05/2011 09:28
    una marionetta... appeso ai fili della vita... ti annullerai in lei che sarà la protagionista... complimenti ignazio
  • Laura cuoricino il 06/05/2011 18:22
    Come vorrei essere quella donna!!!
    Un uomo veramente romantico!!!
  • loretta margherita citarei il 26/04/2011 17:30
    molto bella, complimenti amico carissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0