PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

New orleans

Cammina vecchio mio, cammina
in questa città ricoperta di fango.
Andiamo a cercare la mia casa
quella col giardino.

Ricordi? quando
seduti sui gradini suonavamo?
La musica è la nostra vita
e questa città è la musica.

Non è finita, ricominceremo
Cammina, fai attenzione
a dove metti i piedi
c'è pericolo tra queste macerie.

Devo trovare la mia casa
ma non ho punti di riferimento
l'uragano ha travolto tutto
ma con un po' di fortuna ce la faremo.

Guarda è qui che abitavo
aiutami a scavare
cerchiamo nel fango
sto cercando la mia tromba

Era dentro una solida custodia
non dovrebbe essersi rovinata
Guarda... l'ho trovata
sediamoci su quei gradini

tira fuori l'armonica
cominciamo a suonare
la musica non deve morire
ci aiuterà a rinascere.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Matteo Sardelli il 07/02/2006 00:00
    La poesia mi è piaciuta veramente molto! Complimenti!<br />
    Raccoglie in pochi versi l'anima jazz e la tristezza per il grande disastro di New Orleans

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0