username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amore non corrisposto

Nutrire
accesa passione
per chi
dimostra disinteresse
verso di noi
è come accendere
una candela
e metterla sul davanzale
sperando che
prima o poi l'amato
passando
si accorga
della sua luce.

È un continuo struggersi
e consumarsi invano
liquefarsi come la candela
in gocce illusorie di cera
alimentando la fiamma
di un'amore
che altro tu non desideri
che ardi e si consumi.

Ed infine
-quasi sempre-
sarà la crudele e totale
indifferenza dell'altro
a far piegare la fiamma
e spegnere la candela
portando con se
tutti i tuoi sogni...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • Anna Eustacchi il 05/05/2012 10:24
    ... purtroppo è proprio così... molto bella la tua poesia, un abbraccio, Anna.
  • Janco B. il 28/04/2011 19:04
    Per uno strano meccanismo che tutti conosciamo credo, un eventuale soffio che estinguerà scientemente la propria fiamma riuscirà laddove la fiamma aveva fallito. Ma a quel punto si tratterà solo di un'inversione di maschere, a rinviare l'ammissione che di amore non si trattava...
  • michela salzillo il 28/04/2011 18:20
    "È un continuo struggersi
    e consumarsi invano
    liquefarsi come la candela
    in gocce illusorie di cera
    alimentando la fiamma
    di un'amore
    che altro tu non desideri
    che ardi e si consumi." Bellissima! l'amore non corrisposto ci consuma ma, prrima che sia troppo tardi bisogna ardere, per rispetto di noi stessi. A presto
  • Tony Golfarelli il 28/04/2011 08:01
    Bella poesia... ma travagliata
  • Anonimo il 27/04/2011 22:00
    La vita si consuma come la candela, perchè aspettare? Magari un invito per un the.
    Bella poesia
  • Anonimo il 27/04/2011 20:56
    Lor sei maestra nei paragoni. La tua poesia è vera, toccante, ma accendi un cero al posto della candela... se poi non riesce a vedere neanche questo, allora meglio perderlo che trovarlo!
  • Anonimo il 27/04/2011 20:18
    Bello Lor il paragone della candela sul davanzale. Però ti credo che l'altro non se n'accorge, basta un soffio di vento e la spegne!
  • Francesca La Torre il 27/04/2011 20:01
    Piaciuta molto, hai saputo scegliere parole poetiche e appropriate per descrivere il travaglio di un amore non corrisposto dal momento in cui nasce, fino a quando muore. Brava.
  • Don Pompeo Mongiello il 27/04/2011 19:39
    Bellissimi versi seppur trasmettono tristezza ed amarezza, veramente piaciuta ed apprezzata.
  • giulio costantini il 27/04/2011 18:59
    l'amore che non è corrisposto non è amore... è solo una sua rappresentazione... l'importante è saper qnd scegliere bene tra realtà e illusione...
  • Giacomo Scimonelli il 27/04/2011 18:53
    ''... sarà la crudele e totale
    indifferenza dell'altro
    a far piegare la fiamma
    e spegnere la candela
    portando con se
    tutti i tuoi sogni...''
    bellissima
  • ANGELA VERARD0 il 27/04/2011 18:26
    purtroppo è vero quello che dici... bella poesia Loretta
  • Maria Rosa Cugudda il 27/04/2011 18:13
    Valide riflessioni in versi,
    non sempre è facile usare la ragione
    quando si ama dal profondo! piaciuta molto.
  • Auro Lezzi il 27/04/2011 17:55
    Mettila sta candela e vedi che succede.. Mica è come prima...
  • Ornella Gori il 27/04/2011 17:51
    consumarsi invano
    liquefarsi come la candela
    in gocce illusorie di cera...
    Non permettiamo mai di essere calpestata!
    ..
  • Anonimo il 27/04/2011 17:44
    l'attesa quando il pensiero strugge è paragonabile al cammino d'una lumaca, si sa che prima o poi arriverà, ma la mente infiamma nel rogo,è un regalo che la vita qualche volta si fa desiderare d'esser gradito. un bacio Salva.
  • vasily biserov il 27/04/2011 17:20
    molto bella la metafora della candela! e ti porta via i sogni...
  • silvia ragazzoni il 27/04/2011 17:18
    hai detto bene.. quasi sempre!.. bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0