PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Respirami

Dolce malattia l'urgenza di vivere,
parlo agli angeli e trema il cielo.
La verità mi trascina aldilà delle nuvole
dove nascono le fiabe e si intrecciano i misteri.
Non è facile riuscire a volare,
allora divento aria.
Nascosta tra i colori filtrati attraverso le lacrime salate,
mi perdo nella notte che nuda nel suo splendore,
vizia la mano dei tormenti silenziosi che lasciano senza fiato.
Attratta dalla sporca tenerezza sfacciata dello scandaloso lampo meschino,
siedo sulla calda luna complice e muta.
L'anima è spezzata tra il bianco e il nero del fuoco dei demoni...
sono la tua aria. Respirami! Non abbracciarmi o mi perderai per sempre.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 27/10/2011 10:01
    "L'anima è spezzata tra il bianco e il nero del fuoco dei demoni...
    sono la tua aria. Respirami! Non abbracciarmi o mi perderai per sempre"
    Immagine molto suggestiva!
  • Anonimo il 29/04/2011 18:06
    Molto bella, mi è piaciuta davvero
  • Ornella Gori il 29/04/2011 10:21
    Amore eterno e passionale, ben orchestrato!
    Questa è poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0