accedi   |   crea nuovo account

Il lago di Tiberiade

Sur lago blu
'na barca
lenta, lenta
scivolava,
mentre le onde
a riva
se frantumaveno;
Pietro ed artri sei discepoli,
senza pesci,
ritorno faceveno;
zitti, zitti
e pecoroni,
mosci, mosci
e senza logos,
a prender tera
se apprestaveno;
quanno un ber figo de Omo
a lor se rivorse:
- Bon'omi avete der pesce
da poter magnà?
Ar cenno negativo,
pur essendo
già mattino,
consigliò loro
er largo
de riprenne ancora,
e la rezza
a dritta
poi menar.
Così fecero,
poiché
conosciuto
l'ebbero;
infatti
con ben centocinquantatré
pesci così ...
poi tornarono
ed intorno a Lui
se ammucchiareno
osannandolo.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Grazia Denaro il 08/02/2012 14:35
    Certo che lo osannarono era Gesù nella parabola della Pesca Miracolosa, bravo Don!
  • loretta margherita citarei il 29/04/2011 21:52
    piaciuta
  • Bruno Briasco il 29/04/2011 18:53
    Versione moderna e simpatica della "pesca miracolosa" di Pietro. Bravo!
  • Vincenzo Capitanucci il 29/04/2011 13:13
    zitti, zitti
    e pecoroni,
    mosci, mosci
    e senza logos...

    Simpaticissima Don... quel Logos di vita... ci manca tanto... non sappiamo più che pesci pigliare.. lol..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0