PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nel deserto dell'anima

Svuotato
tracce di dolore
impresse
nel cervello-cuore
sento lo scricchiolare
della mia anima
prossima al crollo,
desiderio di scantinato buio,
anima
come una latrina sordida
collosa di piscio
di vecchi marinai ubriachi,
straziata dal quotidiano morir
per le vane conquiste dell'io,
come una prostituta dell'est
mi trascino per le strade incerte del patimento,
e sordido sorrido
ai demoni che mi si affacciano dentro
amici dell'abisso
che vogliono guardarmi dentro...
si dividono
per tutto il corpo
a ognuno una parte...
e scricchiola
sento che scricchiola...
e spesso sgocciola qualcosa;
no, non sgocciola, piange..
piange e sorride
finché lo spettacolo non ha inizio,
quando sarà finita la festa...
e tornerà il silenzio
seguito da dolce tempesta.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 29/05/2011 22:47
    Si vede molto Rimbaud in questa poesia.. bella
  • Anonimo il 17/05/2011 17:01
    credo sia proprio così ... il deserto di un'anima scrivi bene...
  • Bruno Briasco il 10/05/2011 13:16
    Sono curioso di scoprirti caro Ste... queta è un abella introspezione, fotse un po' pesantina ma cruda e reale. Vorrei che però splendesse un po' di sole. Tu che ne dici? Un abbraccio Lo dolce tempesta...
  • Anonimo il 30/04/2011 19:19
    sono le prime opere che leggo tra le tue, sono iscritto da poco e non ho letto di tutti, sei una piacevole sorpresa
  • stefano manca il 29/04/2011 21:10
    è il deserto pesante
  • Ornella Gori il 29/04/2011 19:46
    Un po' pesantina in certi tratti, ma efficace questa descrizione del deserto dell'anima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0