username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Morìa di sassi

Si sfogliano
friabili, l'antiche piaghe levigate
algide
lievi d'alcun peso
sibilanti nei ventricoli divelti
bufere di malinconie
e silenzi

sciogliti
piuma di neve
che aliti senza ormai passione
ghibli, fosti
bora dell'est rinasci
strisciando piangi
a sud
la speme arrugginita fra le dune

oggi
fendersi oltre l'ordinaria dimensione
sarà, al cristallizzare dei domani incerti
morìa di sassi
iniquo accatastare fra le croci
gusci
senza nome.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 30/04/2011 21:17
    notevole, sei super
  • laura marchetti il 30/04/2011 14:20
    una lirica di alto spessore in contenuti e versi... davvero bravissima
  • Kiara Luna il 30/04/2011 13:43
    Grazie Karen e grazie Pietro, finalmente ti ritrovo dopo Aprilia, ricordi?
  • Pietro Chiabra il 30/04/2011 13:00
    si condivido il pensiero di Karen sai emozionare e incastoni i versi come un orafo fa con le sue pietre
  • karen tognini il 30/04/2011 12:45
    Sei una grande poeta...

    Si sfogliano
    friabili, l'antiche piaghe levigate
    algide
    lievi d'alcun peso
    sibilanti nei ventricoli divelti
    bufere di malinconie
    e silenzi


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0