PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il golfo

Ieri, il golfo era una scia imprecisa
vele sfumate attigue all'orizzonte
sfioravano l'eterea spuma colta,
fissarti, come sempre,
è dispari e mai pari.

Attendo la tua luce da, ormai,
non so più quanto,
le sfere di cristallo sono appassite,
l'attesa è una speranza
che cresce e cala
in me soltanto.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Grazia Denaro il 25/01/2012 16:15
    Pensieri e riflessioni in questa poesia, piaciuta.
  • ELISA DURANTE il 19/05/2011 20:43
    Il golfo... il mare... quanto può essere bello, quanto malinconico...
  • Giacomo Scimonelli il 02/05/2011 19:00
    delicati versi... dolci e malinconici... ben scritti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0