accedi   |   crea nuovo account

LA VOCE DEL SILENZIO

La voce del silenzio

Ci sono delle sere in cui l’aria è così fresca ed accogliente che chiudendo gli occhi sembra quasi trasportare i nostri pensieri in chissà quali luoghi forse ancora sconosciuti.
Il cielo è così limpido che le stelle sembrano tanti diamanti sparsi su di un manto di raso blu.
La luna crea intorno a se come un alone, una tenue sfumatura, regalandoci così al contempo un’atmosfera davvero sensuale ed affascinante.
Durante il giorno i nostri sensi sono sempre occupati nel riconoscere e subire a volte vere e proprie violenze dall’esterno.
A sera, invece, quando tutti i suoni e i rumori iniziano gradualmente a cessare, cominciamo ad avvertire sempre di più il tono della nostra voce a tal punto che anche i bisbigli sembrano veri e propri rumori.
Quando è sera, per un fenomeno denominato come “amplificazione del suono”, riusciamo a sentire cose che durante il giorno non si avvertono nemmeno.
Una di queste è il proprio respiro.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • carolina verzeletti il 30/05/2011 17:17
    La magia del silenzio
  • Marcello De Tullio il 14/01/2009 13:25
    belle riflessioni
  • luisa berardi il 12/10/2008 13:55
    non confodere poesia e riflessione.
  • Luigi Lucantoni il 02/05/2007 21:59
    Quello che si amplifica la notte è la nostra forza di suggestione, se ci rifletti il tuo ragionamento è amplificabile a molto + del respiro.
  • laura cuppone il 02/05/2007 19:21
    non una poesia... ma una attenta e attendibile osservazione... potresti costruirci sopra dei versi... ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0