PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non ci sono

E in fondo non ci sono

ho scelto un'ombra che respiri
in vece mia

ritornerò
chissà
( e sarà tardi per capire )
seguendo la spirale
quando vincerà sul vento d'utopia
il parco soffio del perdono
di sè stessi

si muore
nonostante il battito incallito
assuefatti
nell'occhio del ciclone

lascio la presa
rinuncio a questo cappio di terrore
ragnatela
che ha già impiccato il mondo
di parole.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 03/05/2011 19:57
    Condivido ogni tuo verso, complimenti
  • Anonimo il 03/05/2011 14:01
    Siamo tutti assordati e impiccati dalle chiacchiere vuote e dalle parole inutili e prive di senso. Bella poesia!
  • Vincenzo Capitanucci il 03/05/2011 13:11
    Bellissima Kiara Luna... e in fondo non ci sono... ho scelto un'ombra in vece mia..

    ... lascio la presa
    rinuncio a questo cappio di terrore... liberazione... da un mondo di parole che hanno impiccato il mondo... quanto è vero..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0