username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Febbre e rabbia

Come cani ammorbati
ringhiamo e ci mordiamo il naso,
come ragni affamati
tendiamo reti voluttuose
a piccole creature indifese,
che resisteranno un minuto,
forse anche meno.

Crediamo alla violenza figlia della necessità,
non ci spaventa l'assuefazione,
le nostre gole risucchiano
ghiacciai sommersi,
che scioglieranno velenose ambiguità
nel fondo del nostro stomaco appannato.

Peccato che ci conosca
ancora troppo poco,
per non rimanerne intossicato.

Non è tradimento,
siamo noi,
febbre e rabbia.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Valeria Lombardozzi il 27/05/2011 01:17
    febbre e rabbia... bella
  • lidia filippi il 07/05/2011 13:34
    Presenti una visione molto disillusa della vita e della gente... Purtropo è vero, noi siamo un po' tutto ciò che tu hai descritto così bene nei tuoi versi. Bravissimo!
  • Dora Forino il 07/05/2011 10:04
    VErsi che riflettono i malesseri dell'uomo in questa società che esprime solamente rabbia e dolore per la violenza della gente.
    Apprezzata!
    Dora
  • loretta margherita citarei il 03/05/2011 21:27
    ottima. condivido
  • Anonimo il 03/05/2011 20:21
    Molto bella, bravissimo
  • ANGELA VERARD0 il 03/05/2011 18:02
    intensa e ben scritta...
  • Giacomo Scimonelli il 03/05/2011 16:22
    scritta benissimo... piaciuta
  • Clodia. il 03/05/2011 15:53
    dove è finito il buon senso? bravo.
  • karen tognini il 03/05/2011 15:16
    Bellissima Salvatore... Crediamo alla violenza figlia della necessità,
    non ci spaventa l'assuefazione,
    le nostre gole risucchiano
    ghiacciai sommersi,
    che scioglieranno velenose ambiguità
    nel fondo del nostro stomaco appannato

    Non ci crediamo ma ne siamo sommersi.. c'è violenza e rabbia ovunque...
  • anna rita pincopallo il 03/05/2011 14:26
    bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0