accedi   |   crea nuovo account

Le torri dei pensieri allegri

nuvole
farcite
con mortadella

in cima alle torri
noleggiano bocche
e scarpe a molla

lillipuziani
su edere di malinconia
arrampicano

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • rosanna erre il 17/06/2011 09:23
    pensavo ad un arazzo come creato da un pazzo, o ad una striscia a fumetti anche
    grazie mille a te Laura
  • laura cuppone il 15/06/2011 12:53
    queste torri
    gonfiabili balocchi
    nani nell'oscurità
    arranchiamo

    le sequoie
    cadendo
    fanno rumore
    comunque...

    Freaks, Tod Browning... e un quadro
    ..
    grazie.
    laura
  • augusto villa il 09/05/2011 14:58
    ... edere di malinconia...
    ... così forti da soffocare qualsiasi cosa...
    Ammirevole il fatto di riuscire a scalarle... --------
  • Janco B. il 06/05/2011 22:39
    Essendo andato, incuriosito, a ritroso a leggere altre tue, questa mi conferma che sei in possesso di una valigia di immagini apparentemente illimitata... qui lo scenario, seguendo il tuo commento, conduce in qualche modo ad una malinconia, ma a mio giudizio di stampo molto circense... vivande, mostri e balocchi siorrre e siorrrri, venite alla fiera dell'illusione... Che dire... siamo ai limiti del professionismo... complimenti.
    PS: tra l'altro molto colpito dalla similitudine del tuo "giro di basso" con un mio commento di qualche giorno fa... Arrivederci
  • Anonimo il 06/05/2011 14:36
    Mortadella... mi piace, sai? Non banale, interessante, originale, in una sola parola tua! Ciao e complimenti.
  • rosanna erre il 05/05/2011 19:11
    ciao Pepe
    approfitto per ringraziarti per l'attenzione che dedichi a leggermi

    La mia è una malinconia di base... come un perenne giro di basso di sottofondo.
    Se ci pensi bene anche questa poesia dall'apparenza "simpatica" in fondo è tristissima
    perché intanto ho ipotizzato la meta, la felicità, come una nuvola, quindi inafferrabile
    tanto che ci ho messo dentro la mortadella per avere almeno l'illusione di portela afferrare.
    Poi quelle bocche e scarpe sanno un po' di artificiale, fasullo, come hai notato anche tu, e
    bisogna pagarle pure!
    per non parlare delle torri che, voglio dire, quanta fatica a costruirle...
    e i pensieri... i lillipuziani? piccolini piccolini quanto tempo ci impiegheranno ad arrampicarsi, ce la faranno mai a districarsi dall'edera?
  • Pepè il 05/05/2011 09:22
    Accidenti 1: ho interpretato la poesia in tutt'altro modo. Il noleggio di scape e bocche a molla sono il falso divertimento e l'ipocrisia che dalle tue torri dominano tutto. E non importa quanto siano alte perche la leggerezza e fantasia delle nuvole alla mortadella non la raggiungeranno mai. I lillipuziani sono i buoni ma impotenti paladini del popolo dominato dalle emozioni ipocrite che non raggiungeranno mai le vette delle torri. Alla fine vince la Mortadella.
    Accidenti 2: ... daccordo da poche battute su internet non si può capire il carattere di una apersona, ma non ti facevo "malinconica di natura"... però pensandoci bene tu ascolti Bjork...
  • rosanna erre il 04/05/2011 08:28
    Loretta: sono felice che ti sia piaciuta

    Giuseppe: esatto, è molto più facile lasciarsi avvolgere dalle malinconie anziché arrampicarcisi sopra.
    La farcitura sta a significare che la felicità bisogna anche un po' crearsela da soli, o almeno cercare di vederla nelle cose, soprattutto nelle cose semplici, perché se aspetti che ti cada addosso... (io sono piuttosto malinconia di natura)

    Pepe: allora è deciso... alla paninoteca "Bjork and friends" il panino alla mortadella si chiamerà Nuvola e quello al salame Arcobaleno, procedo con la stampa del menu?

    ciao a tutti, grazie
  • loretta margherita citarei il 04/05/2011 05:52
    originalissima splendida, complimenti
  • Giuseppe Amato il 03/05/2011 21:42
    Eh, no questa te la commento come si deve!!!!! Guardi le nuvole e il desiderio di afferrarle per introitarne la loro plasticità ti fa esprimere con uno slancio di voracità interiore che trasformi in un simbolo-immagine. Le nuvole diventano burro spalmabile e mangiabili come una rosea fetta di mortadella!!! Sublime. Il posto più vicino alle nuvole, a questa favolosa tavola imbandita lo collochi su torri dalle quali è possibile saltare più in alto per consumare questo etereo pasto. La salita a quest'estasi è difficile.
  • Pepè il 03/05/2011 21:12
    L'immagine di nuvole farcite con la mortadella è fantastica!!!! Come trovo un arcobaleno lo inframezzo con fette di salame!!!
  • rosanna erre il 03/05/2011 20:28
    assai grazie angela
  • ANGELA VERARD0 il 03/05/2011 20:25
    assai particolare... apprezzata proprio per la sua originalità lessicale... ottimo la sua musicalità...
  • rosanna erre il 03/05/2011 20:23
    arranco in ogni dove Vi...
    mi mandi la tessera?
  • vincent corbo il 03/05/2011 19:43
    A piccoli passi ti stai avviando anche tu verso il minimalismo. Benvenuta nel club.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0