accedi   |   crea nuovo account

Tempesta nell'anima

Sento che il mio spirito è come incarcerato all'interno del corpo,
spesso provo un senso di soffocamento che come una nebbia
invernale racchiude in una spira il cuore
che palpita invano senza un perchè.
La mente vaga nel mondo dell'immaginazione
in un eterno peregrinare senza senso,
gli occhi non vedono più davanti a loro la realtà delle cose
ma un mondo fatto di immagini che eternamente si ripetono.
Spesso nelle notti buie e tempestose
mi soffermo ad ascoltare i suoni della natura
ed odo le grida disperate degli animi che stridono
perchè incarcerati per lungo tempo in un corpo.
Lo spirito appassisce e se è vera la dottrina dell'eterno ritorno
è destinato a soffrire per l'eternità.
Ma allora noi viviamo in un eterno nulla?

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 09/05/2011 17:53
    Bello scritto, complimenti.
    Forse ha ragione Bruno anche se è vecchio

    Suz
  • Bruno Briasco il 09/05/2011 10:34
    Bella... eterea e bella...
    Insisto nel deporla in "Racconti brevi"... perdona la mia insistenza... e compatiscimi, sono vecchio!!!!!!!!!!!!!!! ---------------------
  • Anonimo il 07/05/2011 09:06
  • Giusy Lupi il 05/05/2011 23:37
    ... Ma allora noi viviamo in un eterno nulla???? Bella domanda Silvia e bella la tua opera, ciao a rileggerti con piacere Gius
  • Giacomo Scimonelli il 04/05/2011 15:15
    bellissima
  • Anonimo il 04/05/2011 11:55
    Scritta molto bene... complimenti Silvia
  • Vincenzo Capitanucci il 04/05/2011 11:09
    Molto bella Silvia... incarcerati in un nulla... viviamo di eterni ritorni.. alla luce..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0