accedi   |   crea nuovo account

Bandito o eroe?

Dei monti
che al cielo
fieri
s'issano ancora
in quella nostra Trinacria,
muti testimoni
di sanguinose vicende
in quegli anni '40
stati sono.
Un baldo giovine,
di un sacco
di grano
dalla benemerita
beccato,
mentre al nero mercato
a portare
s'apprestava,
senza un attimo
esitare
fuoco fece,
spegnendo la vita
di un povero carabiniere
ligio al dovere.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 04/05/2011 21:49
    se non erro è salvatore giuliano, bravo don, complimenti
  • Anonimo il 04/05/2011 19:59
    Fa pensare... noto con piacere che il tema della famiglia, del lavoro e delle sofferenze della povera gente che poi conducono anche ad una vita illegale, forse per necessità esistenziali, ti stanno a cuore. E pure a me... ciaociao, bravo Don.
  • Anonimo il 04/05/2011 18:39
    Generosa poesia... Mi fai rifflettere sul fatto che dovrei cominciare anch'io a scrivere qualcosa per ricordare certe persone che muoiono per mantenere una famiglia svolgendo lavori che implicano il mettere a repentaglio la propria vita, ogni giorno. Grazie, Don... In un epoca nella quale parecchie persone, qui in Italia, non conoscono nemmeno i fatti più eclatanti della storia... in un epoca... nella quale si spendono ore alla tv a guardare certi programmi INAMISSIBILI (non faccio nomi perchè non vorrei violare il regolsamento)... Abbiamo bisogno di persone come Te, caro amico. Un accademico abbraccio.
  • Vincenzo Capitanucci il 04/05/2011 17:18
    Una figura molto contoversa quella di Salvatore Giuliano... da quel fatto iniziò la sua latitanza.. il carabiniere che ha ucciso stava per dargli il colpo di grazia... quando lui era già ferito... e tutto questo per un po' di grano..
    Figura legendaria... forse usato e strumentalizzato..
    Bellissima Don...
  • Giacomo Scimonelli il 04/05/2011 15:09

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0