accedi   |   crea nuovo account

Un momento nero

Ci sono giorni in cui non serve scrivere
In cui non serve piangere
Forse è solo gridare che ti può aiutare
Ci sono giorni neri
In cui la luce del sole non arriva ad illuminare
E ti senti solo anche con il tuo migliore amico accanto
E sembra essere contro di te tutto quanto
Ogni persona che incontri o che conosci
Ogni storia nuova e ogni storia che lasci
Passano le ore che sembrano secoli
Ed è come attraversare a piedi nudi tutti i vicoli
Quelli più bui
Quelli che un tempo conoscevi come i palmi tuoi
E la rabbia ti divora dentro
Come una bestia famelica, come il più atroce tormento
E non c'è aria pura da respirare
Solo gas nervino che non aiuta a dimenticare
Ti guardi intorno in cerca di qualcosa a cui sorreggerti
Ma ogni appiglio è troppo debole per riuscire a sostenerti
E cadi, una caduta interminabile
In un baratro che credevi impossibile
Una sigaretta dopo l'altra
Un bicchiere di whisky e un succo all'arancia
Per mischiare il sapore, per confondere il dolore
E bevi, bevi ancora quasi fino a perdere i sensi
Ma non si scappa dai personali lamenti
È solo un confronto rimandato
Un incontro che prima o poi andrà affrontato
Forse nemmeno le cure della tua donna ti possono aiutare
Ma se una donna non ce l'hai ne vorresti una per poterci provare
E guidi la tua auto accelerando nelle curve più dure
Perché ti passa per la testa anche la folle idea di voler morire
E poi stringi più forte i tuoi pugni
E il sapore del sangue stretto fra i denti
Ci sono i giorni neri, e non puoi farci niente
E sono quelli più veri, dove capisci che non esiste il felici e contenti
Sono quei giorni in cui non ti aiutano le tue canzoni
Quei giorni dove sono inarrivabili le emozioni
E ti raggomitoli nel silenzio, ma anche da lì, dopo un po'
Sentirai l'impulso di fuggire
E vorresti sentire nelle orecchie tempeste di parole
Per cancellare quel minuto di silenzio che è appena passato
Ma che ti ha fatto male, come un disegno bellissimo, ma che poi hai strappato
E poi finiscono, anche i giorni neri
E li metterai sul conto di tutto quello che era ieri
Rimarrà solo un momento, e forse capirai che la verità
È che la vita è fatta di momenti, non di eternità.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 30/10/2013 12:36
    Perdona quel GRAZIE scritto male...
  • Anonimo il 30/10/2013 12:34
    Non sarebbe così <efficace> la <profonda saggezza> che si ricava da due versi tuoi -"Il confronto è solo rimandato" e "La vita è fatta di momenti, non di eternità" se prima non ci avessi fatto condividere la descrizione così straordinaria -fedele, intensissima- di tutto quel tuo, <in quel momento invincibile> soffrire. GEAZIE davvero, Massimiliano.
    Vera
  • Massimiliano Orsi il 06/05/2011 10:18
    no... purtroppo non ho mai suonato nessuno strumento, anche se mi piacerebbe... comunque grazie del commento
  • vincent corbo il 06/05/2011 09:37
    Una bellissima canzone, sei un musicista?
  • mariella mulas il 05/05/2011 17:45
    Sì, sono versi che fotografano il malessere... È tangibile in ogni verso, è riscontrabile in ogni parola... Versi di rabbia dolente, d'inadeguatezza alla enorme fragilità della vita, sentita come vuoto a perdere! Mi piace il tuo sfogo poetico, meglio di un vivere senza mai guardare oltre! Ciaoo!
  • loretta margherita citarei il 05/05/2011 16:03
    concordo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0