PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sognando quella magia

Sareste andati
lontano
se tu lo avessi
aspettato.
Un cammino insieme,
strade in salita,
sassi,
qualche spina.
Ma tanto sole,
sempre tanto sole.
Caldo come te
e le sue grandi braccia.
Ma la notte giunse,
fu fredda
e bagnata di pioggia.
E tu non più aspettasti.
Non avresti più atteso.
E lui ignaro scese,
cercando i tuoi occhi
fuggiti via,
camminando
fra i sassi del torrente..
Proprio lì,
dove si congiungeva al mare;
Sognando quella magia
senza ne inizio ne fine;
dove davvero pensava
che sarebbe stato per sempre.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • karen tognini il 06/05/2011 21:25
    Auro... .. versi meravigliosi... tra le tue più belle poesie... Sareste andati
    lontano
    se tu lo avessi
    aspettato.
    Un cammino insieme,
    strade in salita,
    sassi,
    qualche spina.
    Ma tanto sole,
    sempre tanto sole.
  • angela testa il 06/05/2011 18:05
    una storia triste,, ma ti commuove tantissimo...
  • loretta margherita citarei il 06/05/2011 17:43
    bellissima nella sua melanconia
  • Laura cuoricino il 06/05/2011 15:20
    Grazie, Auro, mi hai fatto emozionare!
    Veramente commovente!
  • anna rita pincopallo il 06/05/2011 14:28
    Sognano quella magia... che sarebbe stato per sempre... stupenda bravissimo
  • Giacomo Scimonelli il 06/05/2011 13:12
    ''... la notte giunse,
    fu fredda
    e bagnata di pioggia.
    E tu non più aspettasti.
    Non avresti più atteso.
    E lui ignaro scese,
    cercando i tuoi occhi
    fuggiti via,
    camminando
    fra i sassi del torrente...''

    versi molto... ma molto belli

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0