accedi   |   crea nuovo account

Il senso di sognare

Ha forse ancora senso sognare
di re, regine, principi e principesse
se l'esistenza stessa trovi, ormai, fuori dal tempo.
Che senso ha sognare di gnomi, folletti e fate,
se sai mai essere esistite.
Il sogno di mondi lontani
ovunque sia,
anche se credi e speri non essere solo fantasia.
Ascolta il muto silenzio dei tuoi pensieri,
di sogni vivi, di sogni veri.
La semplicità e la bellezza di un fiore.
Il miracolo di una vita che nasce in un amore.
No... non sono tornate
principesse e fate.
La mente a loro pensa, si rilassa.
L'animo, in loro, trova serenità e pace,
di un cuore bambino che sempre parla,
mai tace.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Virginio Giovagnoli il 07/05/2011 14:07
    Giusto Loretta, quello in fondo è il senso definitivo.
    Non credo a loro, ma in loro la mia mnte si rilassa trovando serenità e pace di un cuore che si conserva bambino. Ciao.
  • loretta margherita citarei il 06/05/2011 21:54
    i racconti fantastici servono per aprire la mente alla fantasia, non concordo con te, ma mi è piaciuta come è scritta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0