accedi   |   crea nuovo account

L'ignoranza

Vagano le parole
nel girone di questo purgatorio.
Attraversano la voragine della non conoscenza.
Come anime in pena
percorrono gli stanzoni vuoti
di questa vita che non ci appartiene.
Nessun valore ormai.
Dinanzi agli occhi spenti della gente,
cadono,
penetrando negli abissi dell'inferno.
Vengono risucchiate
e divorate
dalla ferocia che regna
in quel buco nero,
lasciando semplici scheletri al suolo.
Come zombie privi di pace,
strisciano in quello spazio
senza senso.
Quella fine è il loro inizio,
dando vita a ciò che non ha nome,
l'ignoranza.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 08/05/2011 13:49
    l'ignoranza credo, a mio avviso, il peggiore dei mali... bella anto complimenti
  • Antonella Marseglia il 07/05/2011 17:04
    Vi ringrazio tutti. Purtroppo ancora oggi dobbiamo avere a che fare con questa enorme realtà... e penso che sarà per sempre...
  • Kiara Luna il 07/05/2011 13:56
    Forse il peggiore, il girone dell'ignoranza, che genera superstizione e paura della verità. Brava, davvero ottima
  • Federica Cavalera il 07/05/2011 13:14
    bella questa poesia molto apprezzata
  • Anonimo il 07/05/2011 11:55
    Già, è come tu dici, ma solo perché non c'è la consapevolezza di esserlo ignoranti, altrimenti sarebbe un vantaggio!
  • Marianna Sabia il 07/05/2011 11:51
    L'ignoranza è uno dei grandi mali dell'umanità e non c'è descrizione meglio di questa che possa esprimerla. Bravissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0