PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il vicolo

vivevo in un vicolo
stretto e grigio,
ma tra cemento e sassi
c'era un glicine meraviglioso:
sotto i suoi petali
giocavo con bambole
ed amici immaginari-

da campane del
duomo vicino percepivo
le ore
scandite -

alla sera coppiette
innamorate si strusciavano
al buio,
di nascosto le spiavo
da persiane chiuse-

il mondo allora
era tutto li,
in quel vicolo tranquillo
dove la vita aveva
un corso diverso,
un po' magico -

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Bruno Briasco il 14/05/2011 09:49
    "... la vita aveva u discorso diverso,
    un po'magico..."

    bellissimi versi cara Grazia. Votata col massimo
  • ELISA DURANTE il 09/05/2011 07:14
    Hai reso molto bene lo sguardo infantile di fronte al mondo degli adulti: mi sembra di vedere due occhioni sgranati!
  • loretta margherita citarei il 08/05/2011 21:20
    piaciuta
  • karen tognini il 08/05/2011 20:30
    Molto bella Grazia.. ricordi che affascinano... sono sempre magici i racconti dell'infanzia...
  • irene. il 08/05/2011 19:10
    molto curata, hai dipinto un quadro perfetto.
  • Anonimo il 08/05/2011 17:33
    quadretto d'altri tempi meravigliosamente trasformato in parole, bellissima Grazia
  • vincent corbo il 08/05/2011 16:25
    Una poesia che trasmette delle emozioni autentiche, la magia dei ricordi.
  • Anonimo il 08/05/2011 15:56
    magico e pieno di profumo di glicine... molto bella grazia
  • Anonimo il 08/05/2011 15:52
    Doveva essere molto romantico. Anch'io vivo in un vicolo, però me li magnerei senza sale . Molto bella bravissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0