accedi   |   crea nuovo account

Il canto dell'infinito

un uomo
suona nella
notte cantando
va dicendo
l'infinito

un uomo
suona con
la chitarra
vaga per
le strade
della città

il suo
canto è
maledetto ma
disperato dice
l'infinito

la luna
ascolta tutte
le parole
di quella
canzone scritta
davanti al
re

ma non
si arrende
grida più
forte a
tutto il
mondo il
cielo è
blu

penso ai
viaggi in
mari soli
con una
chitarra e
la disperazione

il sogno
dell'uomo
si intreccia
con le
foglie del
bosco e
urla l'ultima

12

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Gabriella Afa il 20/07/2012 18:23
    La musicalità dei tuoi versi è sublime. Bellissima davvero.
  • Anonimo il 30/01/2012 18:40
    Stupenda, versi incisivi, con passaggi davvero intensi dettati da animo sincero. Bravo.
  • karen tognini il 08/05/2011 21:22
    Piaciuta.. bravo Paolo... penso ai
    viaggi in
    mari soli
    con una
    chitarra e
    la disperazione

    il sogno
    dell'uomo
    si intreccia
    con le
    foglie del
    bosco e
    urla l'ultima
    volta l'
    infinito

  • Carlo V. il 08/05/2011 20:02
    Bella poesia Paolo complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0