PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Heta Carinae

Profana bellezza,
lontanissima dea, stringimi al tuo seno di fuoco,
baciami, mostrami il tempo, eleva il mio spirito e dammi
l'eterna sapienza della materia, abbandonato al cullare delle ere
stretto dalle tue magiche polveri...

E poi, come in un vortice, strappami alla vita,
e stringimi ancora di più, sempre all'infinito,
abbraccerò Dio, sputerò sulla piccolezza della vita
di ogni uomo e poi la distruggerò...

Heta, non vietarmi di sognare, solo tu, spersa nel cielo,
gigantesca solitaria, stretta nell'eterno vagare,
baciata da Dio,
come somma magnificenza del creato, forte e maestosa
nel silenzio cosmico aspetti il momento della tua fine.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0